Associazione “Gorizia Spettacoli”

L’Associazione “Gorizia Spettacoli” nasce nel 2000 come “Centro di Produzione ed Organizzazione di Spettacoli e Manifestazioni Culturali”. Presieduta fin dalla sua fondazione dall’attore Gianfranco Saletta, ha collaborato con la Provincia di Gorizia e con altre realtà che si occupano di tematiche sociali dando vita alle prime edizioni della Rassegna del Teatro delle Diversità. Sempre riservando grande attenzione alle lingue minoritarie e ai dialetti istro-veneti dal 2001 organizza infatti a Gorizia la Rassegna di Teatro Comico Friulano giunta alla 17° edizione.

Tra le sue molte produzioni vanno almeno ricordate “Il conte è servito” commedia storica sull’Antica Contea di Gorizia, “I Nobili Ragusei” di Marino Darsa, “La finta malata”, “I Rusteghi” e “Sior Todero brontolon” di Carlo Goldoni. Tali spettacoli sono stati ospitati nel Castello di Gorizia, nel Parco della Fondazione Coronini-Cronberg, al Kulturni Dom e nell’anfiteatro del Castello di Kromberk a Nova Gorica (su invito dello Slovensko Narodno Gledališče). Dal 2005 al 2016 sono state numerose anche le produzioni di teatro a leggio con noti attori regionali: “Prosit in prosa”, “La strada ferata”, “Bordesando bordesando”, “Se no i xe mati no li volemo”, “Ma cos’è questa crisi”, “L’anima del commercio”, “Prosit. Un brindisi di riconciliazione a 100 anni da un’immane tragedia”, “La valisa de carton” ed altri ancora. Nel 2016 ha coprodotto “Il Palazzo Incantato”, un viaggio a Palazzo Coronini-Cronberg riservato alle scuole primarie alla scoperta dei segreti e delle curiosità che la storica dimora racchiude. Ha proposto anche varie edizioni di El Campanon, fortunata e popolare trasmissione della Rai regionale.

Dopo le dimissioni per motivi di salute di Gianfranco Saletta, dal 30 ottobre 2017 “Gorizia Spettacoli” è presieduta temporaneamente da Mauro Fontanini, avviando così un rinnovamento nella proposta orientandola anche a tematiche sociali e d’attualità.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *